085 64250 - 328 445 1104 (anche Whatsapp)     lun-ven 9:00 - 12:30 / 15:00 - 19:30 Via De Meis 4, 65126 Pescara

Igiene orale: quanto è importante per la nostra salute?

Igiene orale: quanto è importante per la nostra salute?

L’igiene della bocca è fondamentale non solo per un sorriso sano, ma per la salute di tutto il corpo.

Quando si parla di igiene orale, molti pensano che si tratti semplicemente di lavarsi i denti con lo spazzolino per mantenere un alito fresco e un bel sorriso, ma c’è molto di più. L’igiene orale non riguarda soltanto la salute di denti e gengive, ma il benessere di tutto il corpo; numerosi studi hanno infatti evidenziato una correlazione tra i problemi del cavo orale e patologie legate al cuore e al cervello, come il rischio di malattie cardiovascolari e il decadimento cognitivo nei soggetti a rischio di demenza. La bocca è la porta d’accesso al nostro organismo e dobbiamo presidiarla con la dovuta attenzione, per impedire ai batteri e alle infiammazioni che colpiscono il cavo orale di diffondersi in tutto il corpo, aprendo la strada a malattie più gravi.

Problemi comuni come la carie dentale e le malattie parodontali, se trascurati, possono compromettere seriamente la salute del nostro intero organismo. Fortunatamente queste patologie sono in gran parte influenzate dal nostro stile di vita, e si possono prevenire migliorando l’alimentazione e l’igiene orale domiciliare. La prima cosa da fare per minimizzare fin da subito il rischio di carie e disturbi gengivali è adottare alcune semplici precauzioni quotidiane: lavarsi i denti due volte al giorno, evitare spuntini frequenti (se non si ha la possibilità di lavare subito i denti), ridurre il consumo di alimenti zuccherosi e smettere di fumare.

Spazzolare accuratamente i denti è sicuramente un buon inizio, ma non basta; per quanto tu possa pulire i denti con attenzione, ci saranno sempre zone che lo spazzolino non riesce a raggiungere. Negli spazi tra un dente e l’altro e lungo la linea gengivale i batteri proliferano indisturbati e la placca si accumula giorno dopo giorno. Il filo interdentale può essere un valido alleato contro la placca dentale e dovrebbe essere utilizzato quotidianamente per una pulizia più profonda; molte persone, quando cominciano a usarlo, restano davvero stupite da ciò che si può rimuovere con questo semplice strumento! Rimangono però delle aree irraggiungibili con la normale igiene dentale domestica e che necessitano di strumenti molto specifici e trattamenti adeguati.

Nemico numero uno della salute di denti e gengive è la placca, una pellicola composta da batteri e residui di cibo che si attacca sulle superfici dentali. Quando non si pulisce regolarmente con spazzolino e filo interdentale, la placca si solidifica formando il tartaro. Placca e tartaro non rimossi possono irritare ed infiammare le gengive. Se la gengivite non è curata, può provocare danni irreversibili distruggendo il tessuto osseo di sostegno del dente (parodontite) con possibile perdita di denti.

Le linee guida nazionali per la promozione della salute orale dicono che la prevenzione passa innanzitutto attraverso un’adeguata igiene domiciliare dopo i pasti, accompagnata da trattamenti professionali periodici con cadenza semestrale o, al massimo, annuale. Tuttavia, un’indagine ISTAT del 2013 ha rivelato che gli italiani sottovalutano l’importanza della salute dentale. Alcuni dati significativi:

  • il 38% della popolazione ha effettuato un accesso odontoiatrico durante l’ultimo anno
  • il 54% non è andato dal dentista da oltre un anno
  • l’8% non è mai stato dal dentista

Mentre per quanto riguarda l’igiene orale:

  • il 24% si è sottoposto a visita odontoiatrica o ablazione del tartaro negli ultimi 12 mesi
  • il 73% si lava i denti due o più volte al giorno
  • Il 22% lo fa solo una volta al giorno
  • il 5% saltuariamente o quasi mai.

È vero che la crisi economica ha influito molto sulle abitudini degli italiani, e che il 2013 è il periodo peggiore da questo punto di vista, ma questa non può essere l’unica ragione. Infatti, da un’indagine effettuata l’anno successivo (Cure dentali: voice of customer) emerge che solo il 40% degli intervistati non è andato dal dentista per motivi economici, mentre il restante 60% ha dichiarato di non averne bisogno. Risulta evidente, allora, che il problema è un altro: c’è un consistente numero di persone che non sono state educate alla salute e all’igiene orale, o che non sono state motivate nella maniera giusta. Questi dati ci fanno capire che l’importanza della prevenzione nel campo dell’odontoiatria viene ancora molto sottovalutata da parte dei pazienti, e forse dagli stessi odontoiatri, che in passato probabilmente non vi avevano mai investito davvero.

Ora, per fortuna, le cose stanno cambiando. Negli ultimi anni la prevenzione è diventata la base dell’attività di studio odontoiatrico, e del nostro in particolare. È nostro dovere, come professionisti della salute dentale, fornire al paziente tutte le informazioni e gli strumenti necessari per aiutarlo a raggiungere uno stato di benessere quotidiano. Abbiamo e sentiamo il dovere di investire nella prevenzione e nell’igiene orale, perché crediamo che sia importante assistere e curare il paziente non solo nella “malattia”, ma soprattutto nella salute.


Dott.ssa Giulia Basciani - Igienista dentaleDott.ssa Giulia Basciani 

Igienista dentale dello Studio Dentistico Basciani

Visita profilo →

 

Lascia un commento